• NaraMe Editor

Google Ads: come incrementare la tua pubblicità dall’Online all’Offline



Quando parliamo di presenza online per il nostro brand non possiamo non parlare di uno dei giganti di Mountain View: Google. Una delle aziende più potenti al mondo che è entrata a far parte della nostra quotidianità digitale, il motore di ricerca americano è diventato lo strumento di lavoro per tanti marketers.

Vediamo quindi alcune features utili per migliorare i nostri annunci a pagamento.

Ci capita ogni giorno di utilizzare Google durante la nostra navigazione: dalle parole chiave, alle immagini ai video, tutto può essere ritrovato in elenco in meno di un secondo. Ci sono però alcuni dettagli a cui dobbiamo prestare attenzione che si rivelano essenziali quando vogliamo incrementare la nostra presenza nell’offline, partendo proprio dall’online, e Google è in grado di fare anche questo. Approfondiamo quindi le estensioni che “colorano” ed arricchiscono i nostri annunci a pagamento, rivelandosi fondamentali perché danno la possibilità di fornire quante più informazioni possibili sulla nostra attività.

Iniziamo dai Sitelink: oltre al puntamento dell’annuncio, con i sitelinks possiamo aggiungere al medesimo annuncio diverse url, che porteranno l’utente ad altre sezioni specifiche:




I Callout, invece, ci permettono di fornire altri dettagli della nostra attività, come ad esempio la spedizione gratuita, l’assistenza telefonica o la confezione regalo gratuita. Gli Snippet sono un’altra estensione che aggiunge informazioni alla nostra finestra nella pagina di ricerca, e in questo caso possiamo scegliere un macro-tema: Google infatti fornisce diverse intestazioni da cui possiamo partire per popolare la nostra estensione, come i Corsi, Destinazioni, Programmi, Modelli, Marche, e così via.

Proseguiamo con le Estensioni di Chiamata, che ci consentono di aggiungere numeri di telefono agli annunci: se queste vengono visualizzate, gli utenti possono toccare o fare clic su un pulsante per chiamare direttamente la tua attività, spostandosi quindi in un click dall’online all’offline.


Le Estensioni per App sono un’altra componente molto importante per la nostra presenza online. Perché? Innanzitutto perchè queste sono in grado di fornire informazioni aggiuntive sulla nostra attività, e sono in grado di rendere il nostro annuncio più evidente rispetto a quelli dei nostri competitor. E perché tutto questo è così importante? La risposta è molto semplice: queste estensioni ci permettono di ottenere una maggiore percentuale di clic e quindi, ad un incremento del nostro CTR%, della nostra percentuale di clic rispetto alle impressions.

Queste breve introduzione sulle Estensioni di Google Ads ci è servita per indurre l’attenzione su una estensione in particolare, ossia l’Estensione di Località. I tempi in cui si parlava di tracciamento dall’Online all’Offline, ossia quando avremmo potuto scoprire quali dei nostri clienti avevamo comprato nello Store fisico dopo aver visualizzato e cliccato un nostro annuncio pubblicitario di Google Ads, sono ormai lontani.



Ormai questa possibilità è diventata una certezza, e vediamo perché: così per le altre estensioni di Google Ads, è possibile visualizzare all’interno del pannello anche quelle relative alla località. Per capire meglio cosa accade, partiamo da un esempio: supponiamo di essere un brand di farmaci. Sarà capitato anche a noi in determinati periodi dell’anno di scrivere “mal di gola” sul motore di ricerca Google, e vediamo popolarsi davanti a noi una SERPSearch Engine Result Page – più ricca che mai di informazioni.


La nostra ricerca può essere focalizzata su rimedi, diversità di sintomi, stadi differenti del dolore, oppure semplicemente sulla ricerca di una farmacia nella nostra area. Ecco che entra il gioco l’Estensione, e qui ritorniamo dalla parte del brand: dopo aver creato il nostro annuncio all’interno del pannello di Google Ads, lo abbiamo reso accattivante grazie agli annunci adattabili e lo abbiamo colorato con le nostre “classiche” estensioni. Abbiamo aggiunto inoltre le Estensioni di Località.



Ciò permetterà all’utente di cliccarci e recarsi in quella che è la farmacia a lui più comoda. Quindi, siamo un brand di farmaci ed il nostro prodotto è venduto nelle farmacie di tutta Italia. Il nostro utente, sulla base della geolocalizzazione, si recherà a quella a lui più prossima. Come interpretare e analizzare questo dato? Come per le altre estensioni di Google Ads, avremo la possibilità di vedere la percentuale di impressions che ci sono state dell’estensione, rispetto alla totalità delle impressions.


Allo stesso modo avremo la possibilità di vedere quanti dei clic sono stati fatti sull’annuncio, e quanti invece sono stati fatti proprio sull’estensione, differenziando così i dati. Con questo dettaglio relativo anche all’investimento, potremo ottenere altre informazioni:


- costo per conversione;

- tasso di conversione;

- percentuale dello speso rispetto al totale;


E inoltre:

la percentuale dei clic e delle impressions rispetto al totale account;


Per massimizzare il nostro investimento potremo studiare quale target viene maggiormente attratto da questa tipologia di conversione, ovvero se uomo, donna o sconosciuto e a quale range di età faccia parte. Tutte queste informazioni ci torneranno utili per informazioni aziendali ed ovviamente per ottimizzare il rendimento delle nostre campagne, all’interno del pannello di Google Ads.


Insomma il nostro brand di farmaci si ritroverà a sapere quanti utenti hanno visualizzato l’estensione, quanti (e con quali aspetti socio-demografici) si sono recati in una delle farmacie e in quali zone principalmente avvengono le conversioni.



Per citare un altro esempio, potremmo anche essere un brand di alimentari. Dal punto di vista dell’utente, invece, potremmo desiderare un pacco di biscotti, e quindi cosa digiteremo su Google? Potremmo scrivere: compra biscotti colazione. Ritorniamo quindi dal punto di vista del brand: in quanto azienda, oltre a tanti altri annunci vedremo il nostro che suggerisce il supermercato più vicino dove sarà possibile acquistare il nostro prodotto. Ecco che anche con il nostro brand di alimentari potremo risalire agli utenti che cercandoci online, sono andati ad acquistarci offline. Un incredibile passaggio quindi dall’Online all’Offline.


Questa nuova funzionalità di Google conferma una delle potenzialità di Google, ossia quella di connettere l’Online con l’Offline, facendoli convivere armonicamente e rendendosi così essenziale per entrambe le parti.

E tu cosa aspetti ad aggiungere queste estensioni ed altre, ai tuoi annunci? Se non sai come fare, contattaci subito per un preventivo, e studieremo insieme quali fanno più al caso tuo.

La redazione di NaraMe Agency

Logo Narame (Large Size) .png