• NaraMe Editor

Perché è importante registrare il proprio marchio? Noi lo abbiamo già fatto!


Al giorno d’oggi la consapevolezza della qualità del proprio prodotto non è più sufficiente per costruire un business solido. La memorabilità del nostro servizio, qualunque esso sia, è sicuramente uno dei pilastri su cui deve fondarsi la nostra strategia. Da dove iniziare? Proprio da quello che più rappresenta il nostro prodotto, il suo nome, il suo segno distintivo: insomma, il marchio! Proteggerlo è essenziale per il benessere del nostro business, vediamo perchè.



Il nostro marchio: le fondamenta del business

Il marchio è l’insieme degli elementi grafici che identificano la tua azienda e che la contraddistinguono dalle altre sul mercato, è il tuo “segno di riconoscimento” e il primo elemento capace di instaurare un dialogo immediato con il pubblico. È la sintesi visiva dell’identità aziendale. Attraverso il marchio infatti, il quale si divide tra il logo e nome, possiamo raccontare con pochi dettagli l’identità e la mission della nostra azienda per farci spazio nella memoria di una persona e sperare, in futuro, che scelga il nostro prodotto rispetto a quello di un competitor.


Nel nuovo millennio, con l’incremento verticale di servizi e prodotti a disposizione dei consumatori, distinguersi tra questa miriade che arricchisce ogni giorno il mercato è tanto importante quanto difficile. Ancora prima di avviare il proprio business quindi, è essenziale ragionare sulla propria identità e tratto distintivo che possa renderlo unico rispetto ai competitors. Una volta individuato il nome, il logo, i colori e lo stile del brand è essenziale proteggerlo da possibili tentativi di copiarlo o replicarne alcuni tratti considerati di successo.


Tutti i grandi marchi ogni giorno compiono un lavoro instancabile di protezione del loro marchio dai tentativi di plagio, che sia del marchio stesso o dei prodotti appartenenti al brand. È famosa ad esempio la guerra quotidiana dei grandi marchi dell’alta moda contro le multinazionali del fast-fashion, colpevoli di copiare i design originali per rivenderli a prezzi ribassati fino al 90%. Oppure la guerra della multinazionale McDonald’s contro tutte quelle piccole catene che cercano di imitare il design, lo stile e le ricette dei panini per sfruttare a proprio favore il successo del fast food più famoso al mondo.


Perché registrare il marchio è essenziale?

Abbiamo parlato dei rischi che un’azienda può incontrare durante il proprio percorso di crescita, e abbiamo anticipato l’importanza di proteggere il proprio marchio. Perché?

Il primo motivo per registrare il marchio è innanzitutto averne l’esclusiva e impedirne l’utilizzo non consensuale da parte di terzi. Il marchio registrato infatti è il primo strumento che ci aiuta a proteggere la relazione con il nostro cliente, ed è fondamentale per non rischiare che qualcuno possa beneficiare del nostro marchio, copiando, ad esempio, le caratteristiche del logo.


Prevenire la contraffazione è quindi il primo motivo che deve spingerci a registrare il nostro marchio, e il concetto va esteso anche a tutte quelle occasioni in cui si creano somiglianze casuali tra brand e che possono creare confusione agli occhi del consumatore. L’obiettivo è quello di dare la giusta visibilità al prodotto senza correre rischi.


Grazie al suo potere comunicativo, il marchio registrato è sinonimo di garanzia anche agli occhi del cliente che è sempre pronto a valutare il comportamento commerciale dell’azienda, e le campagne pubblicitarie e di marketing caricheranno il marchio di valore che crescerà a pari passo con la tua azienda. Più forte sarà la tua impresa più alto sarà il valore del tuo marchio, in un sistema unico di rafforzamento reciproco.


Il marchio registrato è un vero e proprio bene immateriale capace di produrre reddito per l’impresa. La registrazione quindi ti consente di sfruttare al massimo il potenziale economico del tuo marchio, e se la tua impresa è riuscita a farsi riconoscere e il marchio risulterà sempre più appetibile, perché non pensare quindi di espandere il proprio mercato?


Una volta divenuto proprietario del marchio, puoi cogliere l’occasione di effettuare degli accordi commerciali con altre persone tramite i contratti di licenza, per concedere l’utilizzo del marchio a terzi (licenziatari) e rimanere comunque il proprietario. Per utilizzare il tuo marchio, i licenziatari dovranno pagare la concessione tramite delle royalties, e il loro valore percentuale verrà calcolato basandosi sul prezzo del servizio/prodotto identificato dal marchio.


Grazie al marchio registrato potrai essere riconoscibile e costruire un rapporto di fiducia immediato e duraturo con il cliente, avere l’esclusiva per garantire alla tua attività la massima sicurezza e sfruttare la sua potenza sul mercato per espandere la tua azienda, tutti vantaggi da assicurarsi per essere un passo avanti rispetto al competitor. Ecco perché anche noi di NaraMe® Agency abbiamo registrato il nostro marchio!

Tu cosa aspetti a farlo?


I servizi di NaraMe® Media Agency sono a tua disposizione per supportarti nella costruzione una strategia per il tuo brand a aiutarti ad affermare la tua presenza sul web.

Resta connesso, noi pensiamo al resto.


Logo Narame (Large Size) .png