• NaraMe Editor

Digital Weekly News: Tik Tok & Influencer Marketing best case, spunti per le prossime campagne


Anche questa settimana tornano le Digital Weekly News e parliamo di uno dei temi caldi che spopolano oggi sul web: parliamo delle best case di Influencer Marketing che possono servire come spunto per le prossime campagne, vediamo il caso degli Stati Uniti.

Influencer Marketing: da chi prendere ispirazione?

La comunicazione all’interno dei canali social media è in continua evoluzione, e nessun caso è uguale all’altro proprio per questa naturale ma rapida evoluzione delle sue dinamiche, le quali rendono obsoleto ciò che fino a ieri risultava in trend. L’influencer Marketing, una parte ormai fondamentale del web marketing, ci segnala Tik Tok come protagonista delle campagne di marketing di questo 2020.

Da subito individuato come il nuovo social media in grado di generare dei contenuti virali, scettro passato dalla ormai “vecchia” piattaforma Instagram e ancora prima da Facebook, Tik Tok è la rivelazione del 2019 e la conferma del 2020 come social media più trendy del momento. E se lo sceglie la generazione Z, questo fa ben sperare per il futuro. Ecco perché sempre più aziende decidono di investire nella pubblicità su Tik Tok, e gli influencer non potevano essere da meno.

Vediamo quindi quali sono gli ultimi casi di influencer marketing che vanno tenuti sotto osservazione e prenderne spunto per le future campagne:

1. Walmart

Nonostante negli Stati Uniti non abbia bisogno di alcuna pubblicità, la catena di Home Retail ha voluto puntare su Tik Tok per le sue ultime campagne marketing, vediamo come. Assieme a 6 influencer, Walmart ha creato una campagna a tema Black Friday dove i creator accettano la sfida di creare una danza ad hoc che celebri il mood di acquisti del black friday.

Il risultato più evidente lo hanno portato i dati di visualizzazione: i video realizzati dai creator hanno ottenuto più di 17 milioni di views e migliaia di persone che, riproducendo le danze, cercavano di vincere la gift card da 100$.


2. Ralph Lauren

Lo storico marchio per abbigliamento sportivo ha voluto aderire ai trend del momento e ha deciso di lanciare la propria campagna stagionale su Tik Tok, ma non servendosi degli influencer classici, ma piuttosto di campioni dello sport che spopolano sul web, diventando dei veri e propri influencer.

Ingaggiando i campioni della US Open Tennis Championship, Ralph Lauren è riuscita ad avere accesso a 2 audience diverse contemporaneamente: i followers dello sportivo ingaggiato più i seguaci dell’hashtag #USOpen. Per fare ciò, il marchio ha aggiunto l’hashtag da utilizzare in campagna #winningRL e ha lanciato la seguente sfida: “Sei un campione nella vita quotidiana? Dicci come con #WinningRL e noi selezioneremo 3 campioni. Il risultato sorprendente ci dice che l’hashtag lanciato dall’azienda ha ricevuto più di 600 milioni di visualizzazioni.





3. Doritos

Uno dei marchi più famosi al mondo di patatine ha deciso di affacciarsi al mondo della generazione Z in pieno stile Tik Tok, facendo lanciare una challenge di danza sulle note di “Old Town Road” di Lil Nas X’s da Sam Elliot, nominato agli Oscar, assieme all’hashtag #CoolRanchDance: in questa danza le persone dovevano mimare le mosse più country per vincere la confezione. Ovviamente avrebbe vinto il contenuto divenuto più virale, e così è stato: il video di lancio è stato visualizzato più di 16 milioni di visualizzazioni, spingendo il marchio a collaborare con altri 9 creators che avrebbero implementato la challenge. In totale, più di 3mila utenti hanno mimato la challenge, triplicando così la viralità del post iniziale.



Abbiamo visto quindi come la piattaforma Tik Tok sia uno degli strumenti più nuovi dal punto di vista della presenza sul web, ma che è già in grado di attrarre migliaia di potenziali clienti, soprattutto tra la fascia dei più giovani, la cosiddetta generazione Z. Ripensare quindi le proprie campagne di Marketing includendo questa nuova piattaforma social può aiutare a creare una strategia più integrata e che parli ad un pubblico sicuramente ancora giovane, ma che rende i contenuti virali più di ogni altro strumento presente al momento (ad esclusione ancora di Instagram che, però, non include tutte le fasce d’età lasciando esclusa quella più giovane che preferisce Tik Tok).

Fonte:

https://influencermarketinghub.com/tiktok-influencer-marketing-case-studies/

Logo Narame (Large Size) .png