• NaraMe Editor

Turismo 2021 e Covid-19: strategie per aiutare un business in crisi




Si sa che la pandemia globale da Covid-19 ha messo in ginocchio l’economia, e per alcuni settori è stata una vera catastrofe. Parliamo in particolare del settore turistico, quello che più di tutti ha subìto le perdite più importanti. In un momento così delicato, è importante trovare delle soluzioni creative per reagire e rafforzare le presenze per il prossimo anno. Vediamo quindi alcuni spunti di riflessione utili per le aziende del settore.


Uno dei gesti quotidiani che ormai era entrato nelle nostre abitudini è improvvisamente venuto a mancare: viaggiare, infatti, è divenuto un verbo tragicamente bandito dal nostro vocabolario dallo scorso febbraio. E chissà per quanto a lungo ancora. Con lo stop degli spostamenti non solo tra gli stati, ma anche tra le stesse regioni, tutti noi ci siamo ritrovati impossibilitati a compiere uno dei gesti ormai normali.



Con noi, anche le aziende legate al settore turistico hanno visto crollare il loro fatturato, senza alcuna certezza per il futuro. La pandemia da Covid-19, infatti, è un problema che affligge ancora oggi tutto il mondo, e nessuno può prevedere quando questo brutto capitolo della nostra storia sarà solo un brutto ricordo da lasciarsi alle spalle.


Ecco perché in momenti come questi è importante trovare delle soluzioni alternative per continuare a promuovere il proprio business nelle modalità permesse. Abbiamo stilato una lista con alcuni consigli per affrontare al meglio la situazione sfruttando gli strumenti in digitale che il web ci offre.






Marketing territoriale: più vicini a te

Dal momento in cui non possiamo più percorrere lunghe distanze per esplorare terre lontane, abbiamo la possibilità di scoprire a fondo il nostro territorio, i suoi borghi e i suoi siti culturali. Ecco perché molte aziende del settore – alberghi, Bed and Breakfast, ristoranti e tour operator – si sono attrezzate per rispondere a questo trend del momento. Il mondo digitale non poteva restare escluso da questo cambiamento ed ecco come si è adattato: le strategie di digital marketing di tutte le aziende, grandi e piccole, hanno cambiato i piani per raggiungere non più territori lontani, ma per concentrarsi su quelli più vicini.



Il marketing territoriale si è rivelato strategico per attrarre il pubblico più vicino al sito d’interesse: le pubblicità sui social media possono diventare circoscritte al territorio sia di chi lo abita, che di coloro che si trovano di passaggio. Tutti i canali social, infatti – Facebook, Instagram, Pinterest, Youtube, TikTok – permettono una pubblicità targetizzata sia con l’età del pubblico, che con gli interessi diretti e indiretti.


In questo modo è possibile mostrare la propria attività ad un pubblico mirato che possa vedere facilmente la pubblicità, e con il giusto set up delle creatività di campagna si potranno attrarre più utenti di quelli previsti dalla campagna. Un video emozionale, un album fotografico o una galleria prodotto: tutti questi accorgimenti possono fare la differenza per il pubblico navigante. Ma di questo parliamo tra poco.




Informare per attrarre il tuo potenziale cliente

Come abbiamo anticipato, il 2020 è stato un anno particolare per il settore del turismo che si è visto stravolgere tutte le procedure di accoglienza che fino a pochi mesi prima facevano parte degli standard. Spiegare al cliente come raggiungere la struttura, raccontare i servizi disponibili e le attività da poter svolgere sul territorio: queste informazioni sono entrate ormai nel linguaggio di tutte le strutture turistiche. Ma per il 2021 dobbiamo compiere un passo oltre.


Il cliente va sempre informato di tutti i benefici e plus che potrà ottenere prenotando il nostro servizio, ma è arrivato il momento di adattare la nostra comunicazione ai cambiamenti del momento, inserendo ad esempio le informazioni aggiuntive riguardo alla pulizia effettuata nella struttura, o il rispetto delle regole sanitarie imposte per legge. In questo modo il cliente è al corrente di tutte le precauzioni prese, e sceglierà la struttura tra le tante proprio perché considerata più sicura e affidabile.




Storytelling strategico: fai parlare di te

In momenti come questi ognuno di noi vive le giornate in attesa di poter ripartire con la vita di tutti i giorni. Ecco perché lo storytelling della nostra attività dev’essere più vicina al nostro cliente, ai suoi timori ma soprattutto alla sua voglia di ricominciare: parlare della nostra vicinanza in un momento così delicato, mostrando il nostro volto umano e l’unicità dei nostri servizi. Questi accorgimenti testuali vanno inseriti nel nostro piano editoriale, almeno per il breve periodo. In questo modo abbiamo la possibilità sia di avvicinarci al nostro potenziale cliente, sia di raccontare in modo non invadente il nostro business.


Questi sono alcuni consigli utili per migliorare il tuo business nel settore turistico durante questo difficile periodo. I servizi di NaraMe Media Agency sono a disposizione per un progetto da realizzare assieme, o per una consulenza.

Contattaci subito per un preventivo!


Logo Narame (Large Size) .png