• NaraMe Editor

Weekly News: Facebook, Instagram e Content KPI’s


Questa settimana è ricca di novità in ambito Social Media, e non solo per gli addetti ai lavori. Vediamo quindi che succede nel mondo del web in questo Aprile.


Instagram: nuovi sticker in arrivo

In continuo mutamento, la piattaforma Instagram lancia alcune integrazioni alle Ig Stories che vanno ad arricchire l’user experience, come ad esempio la possibilità di condividere nelle IG Stories i profili business delle pagine così da mostrarli ai propri followers. In questo modo non solo il business di qualcuno di conosciuto, ma anche di eventuali persone in difficoltà che si vivono durante un momento come questo.


In generale, il proposito principale di Instagram in questo caso è quello di promuovere i piccoli business che in un momento così difficile, dovuto alla pandemia da Covid-19, hanno più difficoltà a restare aperti. Così si può chiedere al cliente soddisfatto di condividere il link nelle proprie Stories, o utilizzare l’opzione all’interno di promozioni per spingere il business in modo visuale.

In ogni caso, questo sticker avrà nuove potenzialità utili per i profili business e non, e se tutto va bene potrebbe venire lanciato nelle settimane successive.


Facebook: ecco i nuovi Avatar Bitmoji personalizzati

Questa settimana Facebook ha annunciato la volontà di ampliare il gruppo di Avatars da utilizzare come sticker nelle loro applicazioni. “Questa nuova applicazione” dichiara Alexandru Voica – Facebook’s EMEA Comms Manager – “ dà alle persone la possibilità di esprimere sé stesse e molto di più sulla loro identità perché questi Avatars sono personalizzabili rendendoli quanto più simili a noi”.

Ad un primo sguardo questi Avatar sono pressoché simili ai Bitmoji, spudoratamente copiati potremmo dire. E possiamo solo confermare che sì, così funziona nel mondo dei social, non dovrebbe davvero stupirci. In ogni caso, come per i Bitmoji di Apple, anche quelli creati da Zuckerberg pare non abbiano riscosso chissà quale successo durante la fase di test in Australia, anche se saranno i dati finali a dirlo.


Content KPI’s: aggiorniamo la “goal list”

Anche se a questa sezione verrà dedicato un articolo a parte, vale comunque la pensa ricordare i KPI fondamentali da seguire quando si producono i famosi Content per una campagna di Marketing. Vediamoli per punti:

1. Views degli articoli: grazie a tool di analisi gratuiti come Google Analytics si possono esaminare le views che gli articoli ricevono, e si può quindi aggiustare la strategia per renderla ancora più interessante per gli utenti;

2. Social engagement: anche l’engagement del pubblico, ossia il loro coinvolgimento sul nostro contenuto, è un indicatore importante del gradimento degli utenti per la nostra campagna marketing;

3. Inbound link: questo indicatore di condivisioni ci aiuta a capire se il nostro articolo viene ricondiviso o meno dal nostro pubblico, oppure linkato all’interno di un altro blog o articolo come riferimento. In questo modo possiamo capire se il nostro contenuto viene considerato autorevole abbastanza per essere linkato come riferimento all’interno degli altri contenuti;




4. Conversion Rate: chi compra?

Anche questa analisi ci aiuta a capire se la nostra campagna sta avendo successo o meno: le vendite, infatti, oltre che essere l’obiettivo ultimo di qualsiasi azienda, sono ciò che ci permette anche di capire se il modo in cui stiamo raccontando i nostri contenuti è interessante per l’utente o meno;

5. Circolo che si ripete: quando si stabiliscono dei KPI di business, va sempre ricordato che questi non devono considerarsi validi solo per un periodo infinito, ma per uno ben preciso e stabilito così da poterlo rinnovare periodicamente e restare in linea con i nuovi trend dettati dai social media e digital platforms.



Fonte: https://www.socialmediatoday.com/

Logo Narame (Large Size) .png